Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

This Logo Viewlet registered to qPloneSkinSchools product
Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Il Comune Uffici Comunali Area Tecnica Ufficio Edilizia Privata Attività Edilizia Libera previa Comunicazione asseverata - CILA

Attività Edilizia Libera previa Comunicazione asseverata - CILA

Normativa di riferimento

 

Art. 6-bis e seguenti del D.P.R. 380/01

 

Interventi subordinati alla presentazione della CILA

 

Tutti gli interventi non riconducibili all'elenco di cui agli articoli 6, 10 e 22 del DPR 380/01, sono realizzabili previa comunicazione, anche per via telematica, dell'inizio dei lavori da parte dell'interessato all'amministrazione competente, fatte salve le prescrizioni degli strumenti urbanistici, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistico-edilizia vigente, e comunque nel rispetto delle altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell'attività edilizia e, in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all'efficienza energetica, di tutela dal rischio idrogeologico, nonché delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.

 

Documentazione da presentare

 

  • modello di Comunicazione Attività Edilizia Libera Asseverata compilato in ogni parte e sottoscritto dai richiedenti e dal progettista;
  • copia di un documento di identità in corso di validità dei richiedenti e del progettista;
  • attestazione concernente il titolo di legittimazione (copia dell'atto di proprietà o autocertificazione da parte del proprietario);
  • n. 2 copie degli elaborati progettuali (elaborati grafici, relazione, documentazione fotografica);
  • estratto del vigente Piano degli Interventi;
  • copia della notifica preliminare trasmessa, se l’intervento ricade nell'ambito di applicazione dell’articolo 99, comma 1, del D.Lgs. n. 81/2008.

 

Documenti da presentare a seconda della natura dell'intervento:

  • dichiarazione di conformità del progetto redatta ai sensi della DGRV 1428/2011 e della L.R. 13/89 (barriere architettoniche) con i relativi elaborati;
  • Nulla-Osta preventivo rilasciato dal Comando Provinciale dei VV.F. di Vicenza;
  • nulla osta preventivo allo scarico acque reflue civili o industriali rilasciato da Acque del Chiampo S.p.a. (consultare il sito www.acquedelchiampospa.it);
  • altra documentazione prevista dalla normativa vigente a seconda del tipo di intervento.
 

Documenti da presentare in caso di presenza di vincoli o fasce di rispetto, o se risulta necessario l'ottenimento di pareri di altri enti:

(Prima della presentazione della CILA, l'interessato dovrà richiedere allo sportello unico di provvedere all'acquisizione di tutti gli atti di assenso, comunque denominati, necessari per l'intervento edilizio, o presentare istanza di acquisizione dei medesimi atti di assenso contestualmente alla CILA. In quest'ultimo caso l'efficacia della CILA rimarrà sospesa fino all'ottenimento dei suddetti atti)

Parere igienico-sanitario da parte dell'ULSS 5 Ovest Vicentino:

  • scheda informativa compilata in ogni sua parte;
  • n. 1 copia completa degli elaborati progettuali (elaborati grafici, relazione, documentazione fotografica);
  • ricevuta del versamento dei diritti sanitari di € 72,00;

 

Modulistica

 

Modello CILA (formato pdf - formato rtf)

Autocertificazione attestante il titolo di legittimazione

Scheda informativa ULSS 5 Ovest Vicentino

 

 

Nota Bene

  • L'inizio lavori dovrà essere effettuato entro un anno dalla data di presentazione o di  intervenuta efficacia della CILA, mentre la fine lavori dovrà essere effettuata entro tre anni dal loro inizio;
  • La mancata comunicazione dell'inizio dei lavori, ovvero la mancata comunicazione asseverata  dell'inizio, comportano la sanzione pecuniaria pari a 1.000 euro. 
  • Tale sanzione è ridotta di due terzi se la comunicazione è effettuata spontaneamente quando l'intervento è in  corso di esecuzione. 

 

Azioni sul documento