Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

This Logo Viewlet registered to qPloneSkinSchools product
Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Il Comune Uffici Comunali Sportello Unico per le Attività Produttive Procedure - Commercio

Settore Commercio

Apertura alberghi - agriturismo

 

Alberghi e strutture ricettive all'aperto
Per l'apertura di strutture ricettive alberghiere e di strutture ricettive all'aperto va richiesta l'autorizzazione al Comune. Nella richiesta deve essere specificato il periodo di apertura (annuale o stagionale). Devono essere allegati i seguenti documenti: destinazione d'uso urbanistica della struttura, classificazione assegnata dall'amministrazione provinciale, capacità ricettiva, autorizzazione igienico-sanitaria rilasciata dall’Ulss n° 5 -SISP, certificato prevenzione incendi, planimetrie, copia dell’atto di proprietà o contratto di locazione.

Per l'attività di somministrazione ai soli alloggiati deve essere richiesta la registrazione all'Ulss 5 - S.I.A.N. (servizio igiene, alimenti e nutrizione) e deve essere documentato il possesso dei requisiti professionali.

L'autorizzazione all’attività alberghiera abilita inoltre alla fornitura di giornali, riviste, pellicole per uso fotografico e di registrazione audiovisiva, cartoline e francobolli alle persone alloggiate.


Agriturismo (Legge quadro 20.02.2006 n.96)

L'imprenditore agrituristico per poter esercitare le attività previste (ospitalità, somministrazione pasti, vendita prodotti ecc.) deve presentare la domanda di autorizzazione al Comune in cui l'attività sarà aperta.
L'istanza deve indicare le caratteristiche dell'azienda, degli edifici e delle aree da adibire ad uso agrituristico, le capacità ricettive, le tariffe che si intendono praticare. L'istanza deve essere corredata dalla seguente documentazione che può essere oggetto di autocertificazione:

  • certificato generale del Casellario giudiziario o comunque documentazione comprovante l'assenza delle condizioni previste dagli articoli 11 e 92 del Testo Unico delle leggi di pubblica sicurezza;
  • parere favorevole dell'autorità sanitaria competente relativo ai locali da adibire all'attività;
  • certificati di iscrizione all'elenco degli operatori agrituristici rilasciato dalla Commissione provinciale agrituristica competente per territorio.



Apertura - bar - ristoranti - pizzerie

Per l'apertura di pubblici esercizi è necessario presentare apposita richiesta di autorizzazione in base a quanto previsto dalla normativa vigente, fatte salve eventuali limitazioni stabilite per le nuove aperture nella zona considerata.
L'avvio e l'esercizio dell'attività sono soggetti al rispetto delle norme urbanistiche, edilizie, igienico-sanitarie, di sicurezza dei luoghi di lavoro e di sorveglianza previsti dalla normativa vigente.

L'attività di somministrazione di alimenti e bevande riservata a una cerchia determinata di persone è subordinata alla segnalazione certificata d'inizio attività (SCIA), ai sensi dell'art.9 della legge regionale n.29/2007.
La SCIA dev’essere corredata dalle attestazioni e dalle osservazioni di tecnici abilitati (ovvero dalle dichiarazioni di conformità da parte dell’Agenzia delle imprese) relative alla sussistenza dei requisiti e dei presupposti di legge (art.19 della L241/1990).

La presentazione della segnalazione comporta, ai sensi dell’art.19 della L.241/1990, l’inizio immediato dell’attività, fatte salve le verifiche d’ufficio da parte dell’Amministrazione comunale entro 60 giorni dal ricevimento della segnalazione. Copia del modulo, munita di ricevuta di presentazione all’Ufficio Protocollo o della ricevuta della raccomandata A.R., deve essere conservata presso l’indirizzo dell’esercizio.


Apertura nuovo negozio


Procedimento per poter svolgere l'attività di vendita al pubblico al minuto.

Negozi con superfici di vendita fino a mq. 250 (esercizi di vicinato).
È possibile aprire, subentrare, trasferire di sede, ampliare un negozio fino alla superficie massima di vendita di mq. 250 presentando il modello di segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) al Comune su apposito modulo.

Negozi con superficie maggiore a mq. 250  (medie strutture di vendita).
Per l'apertura di medie strutture (esercizi da 250 mq. a 2500 mq. di superficie di vendita) è necessario presentare domanda di autorizzazione sulla base di quanto contenuto nel "Regolamento per l'insediamento delle attività commerciali".
Per le medie strutture sono previsti degli specifici standard di parcheggio.
Gli esercizi del settore alimentare sono sottoposti ad alcuni limiti.

A questi si aggiungono criteri urbanistici stabiliti dal Comune sulla base delle disposizioni regionali.

Per il subingresso in attività già esistenti di qualsiasi superficie va presentata la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) al Comune su apposito modulo.

Prezzi
Per tutti i prodotti esposti deve essere indicato in modo chiaro e ben visibile, il prezzo di vendita al pubblico.

Attività di vendita non assoggettate alla disciplina del commercio
Farmacie, tabaccherie, associazioni produttori ortofrutticoli, rivendite carburanti, artigiani, pescatori, cacciatori, raccoglitori di tartufi, di funghi e di prodotti agricoli, autori di opere d'arte e dell'ingegno, vendita beni del fallimento, fiere campionarie (vendita), Enti pubblici, vendite di prodotti nei cinema.
Le farmacie, le rivendite di carburanti per autorizzazione e le rivendite di generi di monopolio per vendere altri prodotti che non siano medicine o carburanti o generi di monopolio devono presentare una segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) al Sindaco.


Commercio aree pubbliche - Commercio itinerante

Il commercio sulle aree pubbliche può essere svolto, previa autorizzazione rilasciata dal Sindaco, su posteggi dati in concessione.

Autorizzazione
Le domande per l'esercizio dell'attività in forma itinerante devono essere inoltrate al Comune.
Nelle domande vanno indicate le generalità del richiedente, il codice fiscale, il settore merceologico e la dichiarazione del possesso dei requisiti previsti all'art.71 del D.Lgs.59 del 26 marzo 2010 e la firma del richiedente.
La domanda, se non sottoscritta dall'interessato davanti all'impiegato addetto, dovrà essere inviata agli uffici unitamente a fotocopia di un documento di riconoscimento.


Commercio attività diverse

 

Acconciatore ed estetista

Per l'apertura di un'attività artigiana di acconciatore ed estetista è sufficiente presentare una segnalazione certificata d' inizio attività (SCIA).
La SCIA dev'essere corredata dalle attestazioni ed osservazioni di tecnici abilitati, ovvero dalle dichiarazioni di conformità da parte dell'Agenzia delle imprese, relative alla sussistenza dei requisiti e dei presupposti di legge ( art.19 della L.241/1990) e dalla copia dell'atto di acquisto o di affitto dell'azienda.
La presentazione della segnalazione consente, ai sensi dell’art.19 della L.241/1990, l’inizio immediato dell’attività.
Sono fatte salve le verifiche d’ufficio da parte dell’Amministrazione comunale entro 60 giorni dal ricevimento della segnalazione.
Anche in caso di sub ingresso va presentata una segnalazione certificata d’inizio attività (SCIA), purché il subentrante sia in possesso dei requisiti morali e professionali.
Copia della SCIA deve essere conservata presso l’indirizzo dell’esercizio.

Sale giochi

Per l’apertura di sale gioco va presentata una segnalazione certificata d’inizio attività (SCIA).
La SCIA dev’essere corredata dalle attestazioni e asseverazioni di tecnici abilitati, ovvero dalle dichiarazioni di conformità da parte dell’Agenzia delle imprese, relative alla sussistenza dei requisiti e dei presupposti di legge (art.19 della L241/1990) e dalla copia dell'atto di acquisto o di affitto dell'azienda.
La presentazione della segnalazione consente, ai sensi dell’art.19 della L.241/1990, l’inizio immediato dell’attività.
Sono fatte salve le verifiche d’ufficio da parte dell’Amministrazione comunale entro 60 giorni dal ricevimento della segnalazione.
Copia della SCIA deve essere conservata presso l’indirizzo dell’esercizio.

Ascensori e montacarichi

Per ottenere il nulla osta per ascensori e montacarichi la normativa di riferimento è il  D.P.R. 30 aprile 1999 n. 162. - Regolamento recante norme per l'attuazione della direttiva 95/16/CE sugli ascensori e di semplificazione dei procedimenti per la concessione del nulla osta per ascensori e montacarichi, nonché della relativa licenza di esercizio. Entrato in vigore il 25.6.1999.
Adempimenti, modalità e tempi: la comunicazione del proprietario deve essere presentata entro 10 giorni dalla data di dichiarazione di conformità dell'impianto, rilasciata dall'installatore, il proprietario (o il suo legale rappresentante) dà comunicazione al Comune per la messa in esercizio dell'ascensore e/o del montacarichi in servizio privato.
La comunicazione deve contenere:
a) indirizzo dello stabile ove è installato l'impianto;
b) velocità, portata, corsa, numero delle fermate e tipo di azionamento;
c) nominativo o ragione sociale dell'installatore dell'ascensore o del costruttore del montacarichi;
d) copia della dichiarazione di conformità dell'impianto;
e) indicazione della ditta cui il proprietario ha affidato la manutenzione dell'impianto;
f) indicazione del soggetto incaricato di effettuare le ispezioni periodiche che abbia accettato l'incarico;
g) lettera di accettazione dell'incarico da parte del soggetto incaricato delle ispezioni periodiche.
La stessa comunicazione deve essere fatta in caso di modifiche costruttive di cui all'art.2 comma 1, lett. i, del D.P.R. 162/99.
Adempimenti del Comune: l'Ufficio Commercio del Comune assegna all'impianto un numero di matricola e lo comunica al proprietario o al suo legale rappresentante, dandone contestualmente notizia all'incaricato per la verifiche periodiche (art. 12, comma 2°, lettera f).

Deposito carburanti ad uso trazione

Per l'apertura di un deposito di carburanti ad uso trazione chiedere l'autorizzazione al Comune.

Panificio

Per l'apertura di un nuovo panificio e il trasferimento o la trasformazione di un panificio esistente è necessaria la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) da presentare all’Ufficio Commercio del Comune.

Rimessa autoveicoli o vetture e autonoleggio senza conducente

Per iniziare l'attività di rimessa autoveicoli o vetture e autonoleggio senza conducente è necessaria lasegnalazione certificata d’inizio attività (SCIA).
La SCIA dev’essere corredata dalle attestazioni e asseverazioni di tecnici abilitati, ovvero dalle dichiarazioni di conformità da parte dell’Agenzia delle imprese, relative alla sussistenza dei requisiti e dei presupposti di legge (art.19 della L241/1990) e dalla copia dell'atto di acquisto o di affitto dell'azienda.
La presentazione della segnalazione consente, ai sensi dell’art.19 della L.241/1990, l’inizio immediato dell’attività.
Sono fatte salve le verifiche d’ufficio da parte dell’Amministrazione comunale entro 60 giorni dal ricevimento della segnalazione.
Copia della SCIA deve essere conservata presso l’indirizzo dell’esercizio.

Licenze per l'esercizio di autonoleggio con conducente per trasporto persone

Le licenze per l'esercizio di autonoleggio con conducente per trasporto persone sono a numero chiuso ed assegnate tramite pubblico concorso.


Manifestazioni di pubblico spettacolo

La domanda per il rilascio di autorizzazione per manifestazioni di pubblico spettacolo in luogo pubblico o aperto al pubblico deve essere redatta su modulo predisposto dall'ufficio e con l'applicazione di una marca da bollo da € 14,62.
La domanda deve indicare il luogo, la data, il tipo di manifestazione e va consegnata all'ufficio Commercio almeno 30 giorni prima della manifestazione stessa.
Nella domanda dovranno essere indicati lo scopo della richiesta, l'area e la superficie da occupare o l'ubicazione dei locali, la durata della manifestazione, le varie iniziative programmate (spettacolo musicale, somministrazione di alimenti e bevande, lotteria, pesca di beneficenza, ecc..), le strutture temporanee utilizzate.
Per le diverse iniziative dovrà essere prodotta apposita documentazione tecnica e sottoscritte le specifiche dichiarazioni previste.
La domanda e i documenti indicati possono essere presentati dall'interessato o dalla persona incaricata, munito di documento di  identità valido,  di  codice fiscale e/o partita IVA.
Per manifestazioni per cui è prevista la presenza di un numero superiore a 200 persone contemporaneamente presenti, è obbligatorio il sopralluogo della Commissione Comunale di Vigilanza sui pubblici spettacoli.

Alla domanda va allegata la seguente documentazione:
• relazione tecnica a firma di un tecnico abilitato;
• planimetria in opportuna scala;
• documentazione tecnica relativa alle strutture utilizzate, collaudi annuali e certificati di reazione al fuoco dei materiali;
• elenco squadra di sicurezza e indicazione dei servizi igienici a disposizione del pubblico;
• copia della segnalazione certificata d’inizio attività (SCIA) presentata all'Ulss (in caso di somministrazione di alimenti e bevande);
• dichiarazione di corretto montaggio delle strutture e dichiarazione di conformità dell'impianto elettrico e idraulico a firma di tecnici abilitati (consegnate a montaggio e allacciamenti ultimati).
• Relazione previsionale di impatto acustico, a firma di tecnico abilitato.

Manifestazioni di pubblico spettacolo all'interno di un locale.
Per spettacoli effettuati all'interno di un locale, la documentazione deve essere completata inoltre da:
• schema e relazioni su impianto elettrico, di riscaldamento, di condizionamento;
• certificazioni ignifughe sugli arredi,
• relazione tecnica sul ricambio d'aria.
Sui locali di pubblico spettacolo ci sarà in ogni caso il sopralluogo della Commissione Comunale di Vigilanza, alla quale va inviata tutta la documentazione tecnica.


Spettacoli viaggianti - Luna Park

Procedimento per il rilascio dell'autorizzazione relativa a spettacoli viaggianti - luna park - circhi e giostre (decreto 18/05/2007)
Come fare
Chi intende esercitare un'impresa di spettacoli viaggianti o circhi deve chiedere:
• la licenza di pubblica sicurezza al Comune di residenza;
• l'autorizzazione al Comune in cui si intende dare intrattenimenti o spettacoli.
Per esercitare l'attività di attrazionista spettacoli viaggianti nel Comune di Montorso Vicentino è necessario fare domanda al Sindaco che la sottoporrà per la verifica degli aspetti tecnici di sicurezza e di igiene alla locale Commissione Comunale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo.
Il titolare dell’attività dovrà inoltre essere in regola con la Camera di Commercio, la copertura assicurativa dell'attrazione, il libretto tecnico e manuale d'uso, il collaudo annuale, il codice identificativo e tutta la documentazione tecnica prevista.


Vendita giornali e riviste

La vendita della stampa può avvenire:
1. in punti vendita esclusivi dove vengono venduti giornali e riviste;
2. in punti vendita non esclusivi dove, oltre ad altre merci, possono essere venduti solo giornali o solo riviste.
L'attività di vendita di giornali e riviste è soggetta ad autorizzazione che viene rilasciata in base a quanto previsto nel piano comunale di localizzazione dei punti vendita esclusivi.
Per i punti vendita non esclusivi l'autorizzazione sarà rilasciata secondo i criteri adottati dal Comune.

Non è necessaria invece l'autorizzazione comunale se la vendita di quotidiani e periodici viene effettuata:
• nelle sedi di partiti, enti, chiese, comunità religiose, sindacati associazioni, di pertinenti pubblicazioni specializzate;
• in forma ambulante per la vendita di quotidiani di partito, sindacali e religiosi, che ricorrano all'opera di volontari a scopo di propaganda politica, sindacale o religiosa;
• per pubblicazioni specializzate non distribuite nelle edicole;
• con la consegna porta a porta e in forma ambulante da parte degli editori, distributori ed edicolanti;
• all'interno di strutture pubbliche o private, rivolta unicamente al pubblico che ha accesso a tali strutture.

 

 

Informazioni

Per informazioni sulle procedure rivolgersi all'Ufficio Commercio del Comune di Montorso Vicentino:

tel: 0444 685402

fax: 0444 484057

e-mail: anagrafe@comune.montorsovicentino.vi.it

 

 

Modulistica

La modulistica per il settore Commercio è disponibile al seguente link www.impresainungiorno.gov.it

 

Azioni sul documento